Gemelli

Dall’energia della Terra passiamo ora a quella dell’Aria. I Gemelli, Castore (mortale) e Polluce (immortale) ne sono il simbolo, manifestando la natura duale dell’essere umano. Due come un sé inferiore e un Sé superiore, nel corpo due mani, due occhi, due orecchi, due gambe, due braccia, due emisferi celebrali, maschio e femmina. L’alto viene messo in collegamento con il basso, il cielo con la terra, inizia il ragionamento, la catalogazione, la speculazione . Mercurio mantiene la fluidità delle forze vitali dai centri inferiori a quelli superiori. Venere pianeta governatore aiuterà in questo intento. Dal movimento incessante, dal continuo correre in tutte le direzioni sarà proficuo apprendere la lezione data dal segno opposto nello zodiaco: il Saggitario. Questo offrirà la capacità di fissare un bersaglio, di portare alla luce le potenzialità del Sé superiore e di donarle al mondo. Va diminuendo la brillantezza di Castore, perché quella di Polluce prenda il sopravvento, la potenza della vita spirituale, la diminuzione del potere del sé personale.

Dall’energia della Terra passiamo ora a quella dell’Aria. I Gemelli, Castore (mortale) e Polluce (immortale) ne sono il simbolo, manifestando la natura duale dell’essere umano. Due come un sé inferiore e un Sé superiore, nel corpo due mani, due occhi, due orecchi, due gambe, due braccia, due emisferi celebrali, maschio e femmina. L’alto viene messo in collegamento con il basso, il cielo con la terra, inizia il ragionamento, la catalogazione, la speculazione . Mercurio mantiene la fluidità delle forze vitali dai centri inferiori a quelli superiori. Venere pianeta governatore aiuterà in questo intento. Dal movimento incessante, dal continuo correre in tutte le direzioni sarà proficuo apprendere la lezione data dal segno opposto nello zodiaco: il Sagitario. Questo offrirà la capacità di fissare un bersaglio, di portare alla luce le potenzialità del Sé superiore e di donarle al mondo. Va diminuendo la brillantezza di Castore, perché quella di Polluce prenda il sopravvento, la potenza della vita spirituale, la diminuzione del potere del sé personale.

Dall’energia della Terra passiamo ora a quella dell’Aria. I Gemelli, Castore (mortale) e Polluce (immortale) ne sono il simbolo, manifestando la natura duale dell’essere umano. Due come un sé inferiore e un Sé superiore, nel corpo due mani, due occhi, due orecchi, due gambe, due braccia, due emisferi celebrali, maschio e femmina. L’alto viene messo in collegamento con il basso, il cielo con la terra, inizia il ragionamento, la catalogazione, la speculazione. Mercurio mantiene la fluidità delle forze vitali dai centri inferiori a quelli superiori. Venere pianeta governatore aiuterà in questo intento. Dal movimento incessante, dal continuo correre in tutte le direzioni sarà proficuo apprendere la lezione data dal segno opposto nello zodiaco: il Sagittario. Questo offrirà la capacità di fissare un bersaglio, di portare alla luce le potenzialità del Sé superiore e di donarle al mondo. Va diminuendo la brillantezza di Castore, perché quella di Polluce prenda il sopravvento, la potenza della vita spirituale, la diminuzione del potere del sé personale.

Dall’energia della Terra passiamo ora a quella dell’Aria. I Gemelli, Castore (mortale) e Polluce (immortale) ne sono il simbolo, manifestando la natura duale dell’essere umano. Due come un sé inferiore e un Sé superiore, nel corpo due mani, due occhi, due orecchi, due gambe, due braccia, due emisferi celebrali, maschio e femmina. L’alto viene messo in collegamento con il basso, il cielo con la terra, inizia il ragionamento, la catalogazione, la speculazione . Mercurio mantiene la fluidità delle forze vitali dai centri inferiori a quelli superiori. Venere pianeta governatore aiuterà in questo intento. Dal movimento incessante, dal continuo correre in tutte le direzioni sarà proficuo apprendere la lezione data dal segno opposto nello zodiaco: il Sagittario. Questo offrirà la capacità di fissare un bersaglio, di portare alla luce le potenzialità del Sé superiore e di donarle al mondo. Va diminuendo la brillantezza di Castore, perché quella di Polluce prenda il sopravvento, la potenza della vita spirituale, la diminuzione del potere del sé personale.