Dello stesso autore

25 LUGLIO: IL GIORNO FUORI DAL TEMPO

Ogni anno contiene 13 lune di 28 giorni, per un totale di 364. Il 365 viene chiamato il “giorno fuori dal tempo” che sincronizzato al calendario Gregoriano cade il 25 luglio di ogni anno. È il giorno in cui le antiche civiltà come i Maya e gli Egizi completavano un anno solare e ne iniziavano uno nuovo. Secondo il calendario Maya il 24 luglio è l’ultimo giorno dell’anno, il 25 luglio giorno fuori dal tempo e il 26 luglio un nuovo anno inizia. Nel 26 luglio la stella Sirio che è una delle più luminose stelle del cielo sorge assieme al sole, perciò c’è un fatto astronomico che determina l’inizio dell’anno. Il 25 luglio a livello spirituale ed energetico è un giorno molto particolare, simboleggia la riconciliazione conclusiva di un ciclo e la successiva libera creazione del nuovo.

tratto da:The Secret Garden Facebook

Villa Barbaro

Villa Barbaro costruita da Andrea Palladio tra il 1554 e il 1560

Il tempietto Barbaro 

Il Tempietto della Villa di Maser costituisce una delle opere più care all’architetto vicentino. Realizzato alla conclusione della sua carriera attorno al 1580 grazie a Marcantonio Barbaro che volle regalare alla comunità di Maser una nuova chiesa parrocchiale, coronò il sogno che il Palladio aveva a lungo inseguito di costruire una chiesa a pianta circolare. Il cerchio, infatti, essendo infinito, è, secondo l’architetto, la forma che più si avvicina alla rappresentazione di Dio. Il Tempietto è noto per essere stato assieme al Teatro Olimpico  l’ultima opera di Palladio che la tradizione vuole morto proprio a Maser.

tratto da:https://www.villadimaser.it/it/tempietto

Campanule rampicanti

Bellezza… dubbi su Dio?

Lettera ad un Amico

Caro O,

le parole che da tempo volevo dirti sono molto semplici.
Malgrado l’attuale situazione che ci vede lontani, averti conosciuto per me è stato un bel momento della mia vita, importante, vero, un’occasione di grande crescita. L’Amicizia che ci ha legato e spero ci leghi tutt’ora, ha segnato la mia vita positivamente. Per me sei stato un maestro, un compagno di passeggiate che mi ha fatto amare Padova e tante altre cose che non avevo ancora preso in considerazione. Mi hai dato fiducia e conforto… un po’ avremmo voluto vederci più sereni, ciascuno dalla propria visuale speravamo per l’altro delle cose che poi non sono state. Ma ogni cosa ha un suo sviluppo e dobbiamo accettarlo. Sappi solo che quando sono molto sconfortata, quando mi vengono i miei forti mal di testa penso a quando arrivavamo ai piedi dei colli, durante il farsi delle stagioni e tu mi dicevi:

“Guarda Anna!”

ecco quello è uno dei momenti belli della mia vita, quel contemplare in silenzio assieme sapendo che anche l’altro stava godendo della vista di un raggio di sole che penetrava nella nebbia, o sulla brina d’inverno. Queste e tante altre cose, mi ricordo di tutte… le tue Grazie, i tuoi successi lavorativi e le tue delusioni e difficoltà…tutto quello che con dovizia hai versato nel mio cuore è li racchiuso come un tesoro potente.. e un giorno,  fra mille anni, se conoscerai nella tua prossima vita… (nella quale sappiamo tu non credi)  un essere che ti dirà:

“tieniti forte”

saprai allora che quella sono io e ci stiamo re-incontrando.

cerco di venire a trovarti appena posso, perché non farlo mi dispiace molto
buona serata o mattinata…a seconda di quando mi leggerai

Annamaria

Come un mandala

“Se osservassimo attentamente un singolo essere umano, noteremmo immediatamente che esso è in se stesso un ologramma senza uguali, autocontenuto, autogenerante e autosapiente. Eppure, se rimuovessimo questo essere dal proprio contesto planetario, ci renderemmo velocemente conto che la forma umana non è dissimile da un mandala o da un poema simbolico, poichè entro la sua forma e il suo fluire vive un’informazione globale riguardo a vari contesti fisici, sociali, psicologici ed evolutivi entro i quali è stato creato.”

In The Holographic Paradigm Dott. Ken Dychtwald, visto su “Tutto è uno”, Michael Talbot, Universale economica Feltrinelli, 2016

l’universo come un sistema olografico

“Non è che il mondo delle apparenze sia errato, non è che non esistano oggetti là fuori, a un certo livello della realtà. E’ che se lo attraversate e osservate l’universo come un sistema olografico, giungete a una visione differente, una diversa realtà. Quest’altra realtà può chiarire cose che finora sono rimaste scientificamente inesplicabili:fenomeni paranormali, sincronicità, la coincidenza apparentemente significativa degli eventi.”

Tratto da un’intervista a Karl Pribram su Psychology Today, visto su “Tutto è uno”, Michael Talbot, Universale economica Feltrinelli, 2016

Novarmonia nasce da una riflessione quotidiana sulla vita. Brani scelti, film, musiche si susseguono dando vita a un discorso profondo sul senso delle cose.

Per leggere piacevolmente l’articolo cliccate con il mouse sul titolo prescelto, la pagina si aprirà completamente.

Per scoprirci

“Attraverso il risveglio del senso della memoria possiamo percepire il nostro “corpo temporale”, cioè la nostra estensione reale e simultanea (non locale) nel tempo: in sostanza tutte le nostre vite, quelle che genericamente definiamo come “precedenti”, ma che sono anche parallele o addirittura future, dato che sono contemporanee. Il senso della memoria è consapevolezza, ovvero partecipazione. Ognuno di noi è tutte le esperienze che ha vissuto e che vivrà, in forme diverse, in corpi diversi, in tempi e in dimensioni diverse. Siamo un “punto di attenzione” in cui tutto è PRESENTE. Siamo una coscienza incarnata nel Tempo, prima ancora che nello spazio e nelle sue dimensioni possibili. Più che parlare di reincarnazione, come processo di risveglio, dovremmo dunque parlare di riconnessione. Risvegliando il senso della memoria ci rammentiamo certamente delle vite precedenti, ma non perché accediamo ad una registrazione mnemonica. ma perchè le stiamo vivendo contemporaneamente: noi siamo l’essenza che le accomuna e che le impiega come fossero sonde nel tempo e nella materia.  Queste sono le nostre vite, le nostre “incarnazioni “: le sonde, i tentacoli della coscienza che ci da forma. Non accediamo ai ricordi, ma alla consapevolezza della nostra vita  nella sua reale estensione che trascende l’attuale identificazione spazio-temporale e corporea. Dall’istante in cui ricordiamo chi siamo veramente e percepiamo il nostro vero corpo multidimensionale possiamo finalmente identificare e determinare quale linea di esistenza corrisponde alla nostra missione. E’ a partire  da quell’istante che determiniamo non solo il presente ed il futuro delle nostre personalità d’anima, ma le stesse vite precedenti. Occorre pertanto superare l’impostazione e la logica sostenute, nella ricerca di vite precedenti, da processi, quali l’ipnosi regressiva, che non si basino sull’esplorazione di noi stessi alla ricerca della vita attuale, e da li aprirci a tutto il resto come naturale conseguenza del Risveglio. Immedesimatevi e sentite questa reale estensione di voi stessi, in tutti i tempi e in tutte le dimensioni dove la coscienza-che-siete si trova simultaneamente, nel passato, ora,  nel futuro. Non c’è differenza, non c’è distanza: quello è il vostro “corpo”, quella è la vostra identità reale, di cui ogni vita non è che un senso, un arto, una finestra sui mondi del possibile che siamo venuti a scoprire, per scoprirci. Usate il respiro, usate il corpo tutto per sentire questa espansione, per percepire la nuova consapevolezza.”

tratto da:”Anima e Realtà”, Carlo Dorofatti, NEXUS edizioni, 2011.

Processione Corpus Domini

: Complete Piano Music (Full Album) played by Jeroen van Veen

I bambini Indaco e i bambini Cristallo

” I Bambini Indaco hanno cominciato ad incarnarsi sulla Terra negli ultimi 100 anni. I primi Indaco erano pionieri e “apripista”. Dopo la Seconda Guerra Mondiale ne sono nati un numero considerevole e questi sono gli adulti Indaco di oggi. Tuttavia, è a partire dagli anni ’70 che si ha un’ondata più massiccia di nascite Indaco, e quindi abbiamo un’intera generazione di Indaco che oggi hanno un’età che va dai 30 ai 35 anni circa e che stanno per prendere il loro posto di leader nel mondo. Gli Indaco hanno continuato a nascere fino al 2000 circa, con accresciute capacità e livelli di perfezionamento tecnologico e creativo. I Bambini Cristallo hanno iniziato ad apparire sul pianeta dal 2000 circa, sebbene alcuni datino la loro apparizione ad un periodo lievemente anteriore. Questi sono bambini estremamente potenti, il cui proposito principale è quello di condurci al livello successivo della nostra evoluzione e di rivelarci il nostro potere e divinità interiori. Funzionano come una coscienza di gruppo piuttosto che come individui, e vivono secondo la “Legge dell’Uno” o Coscienza d’Unità. Essi sono una potente forza d’amore e di pace sul pianeta.”

tratto da http://www.lightworker.it/indigo_crystal_evolution.html Celia Fenn

La Crisi della Transizione da Indaco a Cristallo

“L’Arcangelo Michele mi ha chiesto di scrivere questo articolo per aiutare le molte persone che vivono l’esperienza di un rapido spostamento nella consapevolezza multidimensionale, o, lo spostamento dallo stato di coscienza Indaco a quello di Cristallo. Ci sono persone che fanno la transizione in maniera relativamente dolce, ma molti vivono una crisi quando questa avviene. Di solito, queste sono le persone che hanno scelto di aprirsi alle dimensioni superiori. Questa scelta non viene fatta logicamente dalla mente razionale ma si tratta piuttosto di una scelta dell’anima, fatta in risposta alle energie di transizione della Terra stessa, ora disponibili. Perciò, a volte, una persona viene gettata dentro a cambiamenti psicologici, emozionali e fisici, per i quali non riesce a trovare alcuna spiegazione logica. Questo può causare una crisi. Secondo la mia esperienza dottori e psicologi ortodossi riescono ad aiutare ben poco, in quanto non hanno alcuna idea di ciò che la persona sta vivendo. Quando le analisi risultano negative, la persona viene spesso considerata isterica o sradicata o persino schizofrenica.

Questa transizione avviene spesso alle persone che si sono trovate su un cammino spirituale e sono meglio attrezzate per affrontare questi cambiamenti. Ma la mia esperienza è che, qualunque sia il loro stadio di consapevolezza spirituale, anche i bambini Indaco sono particolarmente vulnerabili verso l’esperienza spontanea di transizione o penetrazione nella consapevolezza delle dimensioni più elevate. Devo aggiungere inoltre che l’uso di droghe di qualunque genere, abbastanza comune tra adolescenti Indaco, molto spesso fa precipitare questa crisi di transizione prima che la persona sia effettivamente pronta per affrontarne gli effetti.

Qui di seguito c’è un elenco dei sintomi sperimentati nel processo della crisi o del passaggio:

Improvvisa sensibilità estrema verso le persone e gli ambienti. Una persona, che in precedenza è stata socievole e attiva, scopre all’improvviso di non sopportare i centri commerciali o altri ambienti affollati, come i ristoranti.

Aumento delle capacità psichiche e della consapevolezza. Il più delle volte, questo si manifesta nella capacità di “sentire” quasi i pensieri e sentimenti interiori degli altri. Questo può essere sconvolgente se la persona immagina che anche tutti gli altri riescano a leggere i suoi pensieri e sentimenti. Inoltre, un’estrema sensibilità verso l’energia negativa in certi ambienti o persone, compresa l’incapacità di tollerare certe persone che, in precedenza, erano intime.

Questa aumentata sensibilità può portare ad attacchi di panico o d’ansietà. Questi possono aver luogo in qualsiasi momento, persino quando la persona si sveglia di notte. Spesso non c’è alcuna ragione valida per l’attacco, anche se la persona cercherà di trovarne una.

La persona potrebbe anche scoprire di stare “estraniandosi” per lunghi periodi di tempo, e di voler star semplicemente seduta a far niente. Ciò può essere irritante per una persona che in precedenza è stata molto attiva e piena d’energia. E’ soltanto che la coscienza si sta adattando a passare più tempo nelle dimensioni superiori e meno tempo nella 3° e 4° dimensione. Questo è in relazione alla necessità di riposare e dormire molto più di prima, nonché ad un rallentamento generale.

Ansietà ossessiva riguardo alla distruzione degli umani (per inquinamento, mancanza di risorse, alieni, tecnologia, ecc.). Questo è dovuto al fatto che la coscienza multidimensionale può accedere a tutti i livelli della mente collettiva, compresa la parte che contiene le paure e le ansietà circa la sopravvivenza della specie. Dato che la persona spesso è preoccupata della propria sopravvivenza, essa è in risonanza con questa parte della mente di gruppo o campo morfogenetico.

Un’ossessiva necessità di capire che cosa stia succedendo, il ché porta all’ iperattività della mente e alla paura di perderne il controllo o alla sofferenza per idee “distruttive”. Inoltre, la paura di diventare matti e di essere incapaci di affrontare la vita quotidiana in futuro. Di nuovo, psicologi e dottori sembrano offrire ben poco aiuto.

Depressione senza ragione alcuna, o relativa allo stato di crisi. Spesso si tratta semplicemente della coscienza che sta purificando vecchi strati di energia che devono essere rilasciati. Non è necessario “elaborare” o rivivere l’esperienza, lasciate semplicemente che il corpo rilasci l’energia. Abbiate pazienza con il processo e sappiate che passerà.

Orari di sonno sconvolti, con un risveglio frequente, fino a 3 volte per notte, o più o meno alle 3 del mattino. Ripeto, si tratta semplicemente della coscienza che si adatta ai nuovi cicli di attività. La coscienza superiore è spesso più attiva di notte, dato che allora le dimensioni più basse sono quiete.

Sentire delle strane onde d’energia elettrica attraversare il corpo. Il corpo Cristallino è incredibilmente sensibile e percepisce le onde solari e lunari, le onde cosmiche e le energie provenienti dal centro galattico. Spesso queste energie assistono il processo di “ricablaggio” del corpo per sostenere energie più elevate. So per esperienza personale quanto possa essere scomodo. Ma alla fine il corpo si abituerà a trattare queste onde d’energia. Probabilmente scoprirete che esse sono più intense durante la Luna Piena. Ho scoperto che il modo migliore per affrontare questo fenomeno è quello di uscire e stare a piedi nudi sul terreno, immaginando che l’energia stia scorrendo attraverso il corpo e nella terra.

Un’intera gamma di sensazioni ed esperienze fisiche, normalmente relative alla disintossicazione. Il corpo Cristallino non trattiene le tossine ma permette a tutto di passargli attraverso. Difatti, il trucco dell’essere Cristallini sta in effetti nel permettere semplicemente a tutto di passare attraverso, senza aggrapparsi a nulla. L’ultimo stadio di distacco. Ma in questa fase il corpo ha bisogno di rilasciare anni di rifiuti “tossici”, sia fisici che emozionali o mentali. Il rilascio avviene sempre attraverso il corpo fisico, che presenta dei sintomi quali intenso affaticamento, dolori ai muscoli e alle giunture, specialmente nelle anche e nelle ginocchia, mal di testa, soprattutto alla base del cranio, e dolori al collo e alle spalle.

Capogiri e “estraniazione”. Questo è dovuto al fatto che vi trovate in stati “superiori” di coscienza. Dovete abituarvi a trovarvi a questi livelli rimanendo radicati allo stesso tempo. Queste sensazioni tendono ad aumentare con le eruzioni solari e anche con la luna piena.

Aumento di appetito e di peso. Questo perché il corpo necessita di enormi quantità di energia per fornire il motore a questo processo.

La capacità di vedere oltre i veli. Cioè, diventare consapevoli degli spiriti, dei deva, degli E.T. e degli angeli, come una realtà, e comunicare con loro. Questo può spaventare molto, se la persona non è abituata a questo tipo di consapevolezza delle altre dimensioni.

Come affrontare la Transizione

Il consiglio migliore che possa dare è di accettare il processo senza resistere. La mia transizione sta andando avanti da quasi 18 mesi. Ho scoperto che la chiave era l’accettazione. Continuavo a sperare che mi sarei svegliata un giorno sentendomi di nuovo “normale”. Soltanto quando ho accettato che mai più mi sarei sentita “normale”, così come lo intendevo io, sono stata in grado di sentirmi più a mio agio nel mio nuovo spazio e di cavarmela meglio. Allora si può cominciare ad esplorare l’avventura o il lato positivo di questo nuovo stato.

Qui di seguito vi do alcuni suggerimenti per affrontare la crisi di transizione:

Siate in pace con quello che sta capitando al vostro essere. State diventando un essere Cristallino. Un altro termine per questo è “Essere Cristico”, che si riferisce ad un essere multidimensionale che ha pieno accesso a 9 dimensioni, e forse persino a 13. La mia esperienza, a questo punto, dice che alcune persone si aprono soltanto a 5 dimensioni, altri vanno fino alla 6a. Se ce la fate ad arrivare alla 6a, allora probabilmente raggiungerete la piena consapevolezza di 9 dimensioni in questa vita, se non addirittura nel prossimo futuro. Quale privilegio e benedizione!!

Siate gentili verso voi stessi e datevi nutrimento. Ricordatevi: come essere Cristallino, avete un equilibrio uguale di energia “della Madre” e di energia “del Padre”. La Madre dice: datevi nutrimento come fareste con un neonato, perché è questo che in effetti siete. Avrete bisogno di tempo per aumentare le forze e per imparare le abilità del vostro nuovo ambiente. La fiducia è molto importante qui. Io ho effettuato la transizione da sola, dovendomi mantenere con la mia attività, con risorse molto limitate. Ero terrorizzata dalla paura che la mia salute fisica mi impedisse di guadagnare abbastanza per sopravvivere. Ma fui sostenuta attraverso il processo, ed ho ancora la mia casa, e ho sempre avuto quanto mi bastava, anche se ci sono state alcune volte in cui ho sfiorato il fondo.

Non assumete sostanze stupefacenti di alcun genere, se lo potete evitare. Ovviamente se state prendendo delle medicine per la vostra salute, dovrete continuare a farlo. Ma non prendete sostanze stimolanti di alcun genere, queste aggraveranno il processo e vi potreste perdere “là fuori, nelle dimensioni più elevate. Cercate anche di farcela senza antidepressivi o tranquillanti, anche se, ripeto, se li state assumendo, dovrete consultare un medico e non smettere semplicemente di prenderli. La cosa migliore è usare la medicina omeopatica e la naturopatia, ed ho scoperto che le Essenze Floreali aiutano molto, anch’esse.

Evitate le folle e i luoghi affollati. Ho sviluppato l’arte del “blitz” di un’ora di spesa settimanale per procurarmi quello che mi serve, senza passare troppo tempo in ambienti stancanti e tossici. Gradualmente sarete in grado di tollerare sempre di più questi ambienti. La chiave qui è, naturalmente, di mantenere la vostra pace e armonia così saldamente che, invece di essere influenzati dall’ambiente, sarete in effetti voi ad influenzare l’ambiente in maniera positiva. La persona Cristallina mantiene e porta sempre energia positiva ma, una volta che avrete raggiunto il vostro equilibrio, imparerete ad utilizzarla in modi incredibilmente potenti e sarete in grado di muovervi di nuovo con tranquillità in mezzo alla gente.

Rimanete radicati e centrati. Questo può essere molto impegnativo per coloro che si stanno acclimatando alla consapevolezza di più alte dimensioni. Spesso avrete dei capogiri e vi sentirete estraniati. Ma cercate di dare piena attenzione agli aspetti fisici e radicati della vita. La chiave sta nel passare del tempo in esercizi fisici, facendo delle passeggiate, occupandosi della cucina e svolgendo attività artistiche. Non passate delle ore davanti alla TV o persi nei videogiochi. Questi serviranno soltanto ad aumentare lo sradicamento.

Passate più tempo possibile in mezzo alla Natura. Scoprirete che passare del tempo all’aperto, all’aria fresca e al sole, contribuirà a rafforzare i nuovi corpi. Inoltre ci sono i Deva a sostenere i vostri processi.

Mangiate cose semplici e quanta più verdura e frutta vi è possibile. Mi è stato detto dalle guide che il riso integrale e le verdure sono il cibo migliore per questo nuovo corpo. Tuttavia, concedetevi delle voglie – le mie vanno dai calamari alla torta al cioccolato. Non è il momento di fare diete. Il vostro corpo abbisogna di enormi quantità di nutrimento per dare carburante ai processi che state attraversando. ll vostro peso potrebbe aumentare, ma dovrete accettare il fatto che questo fa parte della transizione.

  • Infine – Celebrate la vostra transizione. State diventando un umano Galattico, il prossimo passo della evoluzione umana! State entrando nel vostro diritto di nascita.

Bentornato a Casa, Angelo Umano!

Celia Fenn

tratto da una canalizzazione di Celia Fenn e pubblicato sul sito: Stazione Celeste

Celia Fenn è un canale spirituale e una terapeuta energetica sudafricana; laureata in Letteratura Inglese, è stata docente universitario.
Come terapeuta, in oltre dieci anni di attività – supportata dalle Coscienze Multi-Dimensionali, da lei canalizzate – ha aiutato moltissime persone a ritrovare il proprio equilibrio.
Dal 2000 il suo impegno si è focalizzato in particolare sugli adolescenti e gli adulti Indaco, che stanno effettuando la transizione alla coscienza Cristallo; sui bambini Indaco-Cristallo, e le loro interazioni con i genitori e la società e, più in generale, sui cambiamenti che l’umanità sta attraversando in questo particolare momento storico.

 

Io sono padrone della mia mente

“Quanti sono i pensieri che la vostra mente vi suggerisce e che voi ascoltate come fossero realtà vere e provate, fino a suscitare in voi uno stato d’animo che si ripercuote anche determinatamente sul corpo fisico! Quante volte, seguendo un pensiero angoscioso, vi siete trovati ad avere una sudorazione nelle mani, nella faccia o in qualche altra parte del corpo… Ebbene, questa è proprio una dimostrazione della possibilità della vostra mente di condizionarvi. Allora, quando un pensiero angoscioso vi travolge e vi trascina, cercate di trovare la realtà di voi stessi e di controllarvi, proprio ripiegando su di voi la vostra attenzione ed esaminandovi in questa reazione al pensiero.  Voi dovete convincervi che molto spesso le angosce che vivete sono un tranello della vostra mente. Anche quando le cose che vi circondano danno fondamento, in qualche modo alle vostre angosce, voi dovete dire a voi stessi:” Io sono padrone della mia mente e la mia angoscia non deve trascinarmi. Io sono padrone della mia mente, la quale mi è data non per peggiorare le esperienze che io devo vivere , ma anzi per dirigermi attraverso di esse in modo che possa comprenderne tutto l’insegnamento e il significato”.  Non è facile, amici, non è facile, lo comprendo, per colui che mai ha fatto un tipo di riflessione quale vi sto illustrando. Però è fattibile. Se voi non ponete argine attraverso una serrata critica dei vostri pensieri e ai vostri pensieri, voi ne sarete sempre più trascinati e soffocherete quella serenità che invece deve animarvi e sostenervi. Perciò prendete partito di controllarvi nei vostri pensieri e comprendete che le circostanze che la vita vi conduce a vivere e esperimentare non sono poi così sconvolgenti e frustranti quali invece rivelate a voi stessi. Cercate sempre di mantenere la fermezza dentro di voi, la volontà di non essere trascinati, la determinazione  di vedere ed agire più chiaramente.”

tratto da:”Maestro, perchè? Risposte dall’invisibile”, a cura di Pietro Cimatti, ed. Mediterranee.1985

Il mondo ha bisogno di discepoli su cui contare

“Molti aspiranti seri e sinceri sono persuasi che sarebbe loro possibile compiere di più e influenzare meglio il loro ambiente e manifestare la divinità, se avessimo una casa diversa e se fossero circondati da persone differenti. Credono che se fossero sposati diversamente, se avessero maggior denaro e maggiori comodità, se potessero suscitare maggior interesse nei loro amici, e se godessero di una salute migliore non esisterebbe limite a ciò che potrebbero fare. Una prova è una cosa che cimenta la nostra forza per vedere in cosa consista realmente; essa evoca il massimo che è in noi, e ci rivela i nostri punti deboli e le manchevolezze. Oggi il mondo ha bisogno di discepoli su cui contare, che siano temprati alle avversità affinché non crollino di fronte alle difficoltà e ai periodi neri della vita. Ci toccano, se solo riuscissimo a realizzarlo, esattamente quelle circostanze e quell’ambiente più idonei a farci imparare la lezione dell’obbedienza a ciò che di più elevato è in noi.”

tratto da: “Le iniziazioni di Cristo”, AliceA.Bailey, ed. CdL. 2016

Campi magnetici ordinano la materia in maniera geometricamente ordinata e perfetta