04.06.2020

E così nascono i libri, nell’amore

“E così nascono i libri, nell’amore, e così nascono i libri che nessuno legge mai, e così il libro prima di nascere Dio lo deposita in te come un manciata di fango che diventa luce.Domandano tutti come si fa a scrivere un libro. Si va vicino a Dio e gli si dice: feconda la mia […]

14.04.2020

PROGRESS

Once there was a purpose,so I hear: there was a God.  It made it all less worthlessand it gave us the because  we’d all been searching for.An unarguable truth.  A reason to be kind and just,a reason for the noose  that sent the sinner off to sinnerlandand made us all feel better  in the knowledge […]

14.04.2020

PROGRESSO

Una volta c’era uno scopo,ho sentito dire: c’era un Dio. Rendeva tutto un po’ meno indegnoe ci forniva il perché che tutti cercavamo.Verità indiscutibile. Un motivo per essere buoni e giusti,un motivo per il cappio che mandava il peccatore a quel paesee ci faceva sentire tutti meglio nella consapevolezza che i giustisarebbero stati giusti per […]

13.11.2018

Incessante il nostro divenire

Eccole là le mie ferite argute stampate sulla camicia da notte, come un sudario, Pop, sindone mattutina Sono andata ormai oltre il mantello epiteliale e diligentemente, ogni notte , smantello la parte superflua di me. Come se dovessi decomporre la materia mia un altro me, in sosta millenaria, attende al dazio degli dei. Lunga e […]

30.09.2018

Un nucleo preverbale

…” a tutto l’invisibile in cui credo può dare forma solo la parola, in lei si manifesta la poesia, e dunque non è altro che un linguaggio, come Raboni aveva teorizzato, ma non nell’eccezione del Tractatus, ovvero la raffigurazione logica del mondo, per Wittgenstein l’identità con il pensiero che esprime con le sue proposizioni i fatti […]

27.06.2018

A occhi aperti

Animula vagula blandula Hospes comesque corporis, Quae nunc abibis in loca Pallidula rigida nudula, Nec, ut soles, dabis iocos… P.Aelius Hadrianus Animula vagula blandula…piccola anima smarrita e soave compagna e ospite del corpo ora t’appresti a scendere in luoghi incolori, ardui e spogli ove non avrai più gli svaghi consueti. un istante ancora guardiamo insieme le rive familiari le cose che certamente […]

15.05.2017

Son nata a lagrimar

Duetto Cornelia e Sesto Son nata/o a lagrimar e il dolce mio conforto, ah, sempre piangerò. Se il fato ci tradì, sereno e lieto dì mai più sperar potrò. tratto da: “Giulio Cesare”  G.Handel

23.11.2016

L’Alchimia dell’Amore

Tu vieni a noi da un altro mondo Da oltre le stelle e uno spazio vuoto Trascendente, puro di inimmaginabile bellezza. Portando con te l’essenza dell’Amore. Tu trasformi tutto quello che da Te viene toccato Preoccupazioni mondane, problemi e sofferenze si dissolvono alla Tua presenza. Portando gioia a chi governa e chi è governato, ai […]

23.06.2016

Ci sono molti modi di pregare

Per quelli che cercano l’Unità Ci sono molti modi di pregare. E quando prego non c’è  convinzione né assenza di convinzioni. Il corpo mi tiene lontano dall’Amato Intrappolandomi nei colori e nei profumi del mondo. Questa notte mi soffocherò con i veli della felicità. Oh Dio, illuminami con il tuo profumo E liberami da questo […]

13.06.2016

Mi sveglio

Mi sveglio come ghiaccio che esplode in una giara di acqua. BASHO, poeta zen del XVII sec.

04.03.2016

Amo una patina lucida sulle cose

AMP scritto nel 1981

05.03.2015

Narcisse exaucé

Abandon entouré d’abandon, tendresse touchant aux tendresses… C’est ton intérieur qui sans cesse se caresse, dirait-on; se caresse en soi-même, par son propre reflet éclairé. Ainsi tu inventes le thème du Narcisse exaucé. Abbandono coronato di abbandono tenerezza che tocca tenerezze… E’ il tuo spazio interiore, si direbbe, che senza tregua si accarezza; si accarezza […]

16.08.2014

“Das verschleierte Bild zu Sais”

Ein Jüngling, den des Wissens heißer Durst Nach Sais in Ägypten trieb, der Priester Geheime Weisheit zu erlernen, hatte Schon manchen Grad mit schnellem Geist durcheilt; Stets riß ihn seine Forschbegierde weiter, Und kaum besänftigte der Hierophant Den ungeduldig Strebenden. “Was hab’ ich, Wenn ich nicht Alles habe?” sprach der Jüngling; “Gibt’s etwa hier ein […]

16.08.2014

“L’immagine velata di Sais”

Un giovane, la cui ardente sete di sapere lo aveva spinto a Sais in Egitto per imparare la segreta sapienza dei sacerdoti, ne aveva già attraversato con impazienza e con spirito veloce qualche grado, la sua brama di conoscere lo spingeva costantemente a proseguire e lo ierofante quasi non riusciva a calmare il giovanotto dal […]

11.06.2014

La mattina arriva

“Da quando ho deciso di vivere da sola sono diventata una donna forte. Molte persone mi hanno però dato una mano e ho capito che bisogna avere anche il coraggio di chiedere aiuto e mettere da parte l’orgoglio. (Io sono infelice…) tu tiri un sospiro profondo: la mattina di certo arriva tutti i giorni. E […]

30.05.2014

Il cielo

Quando sono triste guardo il cielo: nuvole che hanno l’aspetto di una famiglia, nuvole simili alla cartina del Giappone. Ci sono anche nuvole che si divertono a inseguirsi. Ma dove andranno tutte quante? Al tramonto, le nuvole tinte di rosso, di notte le stelle del firmamento. Anche tu devi trovare il tempo di alzare lo […]

23.01.2014

Ut silvae folis…. Orazio “Epistole”

tratto da:”Epistole”, II, 3, vv.60-72 Orazio