27.06.2017

Come un mandala

“Se osservassimo attentamente un singolo essere umano, noteremmo immediatamente che esso è in se stesso un ologramma senza uguali, autocontenuto, autogenerante e autosapiente. Eppure, se rimuovessimo questo essere dal proprio contesto planetario, ci renderemmo velocemente conto che la forma umana non è dissimile da un mandala o da un poema simbolico, poichè entro la sua […]

27.06.2017

l’universo come un sistema olografico

“Non è che il mondo delle apparenze sia errato, non è che non esistano oggetti là fuori, a un certo livello della realtà. E’ che se lo attraversate e osservate l’universo come un sistema olografico, giungete a una visione differente, una diversa realtà. Quest’altra realtà può chiarire cose che finora sono rimaste scientificamente inesplicabili:fenomeni paranormali, […]

24.06.2017

Per scoprirci

“Attraverso il risveglio del senso della memoria possiamo percepire il nostro “corpo temporale”, cioè la nostra estensione reale e simultanea (non locale) nel tempo: in sostanza tutte le nostre vite, quelle che genericamente definiamo come “precedenti”, ma che sono anche parallele o addirittura future, dato che sono contemporanee. Il senso della memoria è consapevolezza, ovvero […]

04.06.2017

Io sono padrone della mia mente

“Quanti sono i pensieri che la vostra mente vi suggerisce e che voi ascoltate come fossero realtà vere e provate, fino a suscitare in voi uno stato d’animo che si ripercuote anche determinatamente sul corpo fisico! Quante volte, seguendo un pensiero angoscioso, vi siete trovati ad avere una sudorazione nelle mani, nella faccia o in […]

02.06.2017

Il mondo ha bisogno di discepoli su cui contare

“Molti aspiranti seri e sinceri sono persuasi che sarebbe loro possibile compiere di più e influenzare meglio il loro ambiente e manifestare la divinità, se avessimo una casa diversa e se fossero circondati da persone differenti. Credono che se fossero sposati diversamente, se avessero maggior denaro e maggiori comodità, se potessero suscitare maggior interesse nei […]

17.05.2017

La manifestazione femminile della Luce infinita

“Nella letteratura rabbinica con il termine Shekinah o “Presenza divina” si fa riferimento al dispiegarsi della forza creatrice di Dio nel mondo materiale, evocata in particolare attraverso l’immagine della luce. Ma i cabbalisti si spingono oltre e scorgono nella Shekinah  la manifestazione femminile della Luce infinita.” tratto da: “Il trono della Gioia”, Georges Lahy, ed.Venexia, 2017

30.04.2017

Sento soffiare con forza il vento mattutino

” Sento soffiare con forza il vento mattutino che viene dai monti. E superata ormai la notte in cui la mia vita era abbandonata alla deriva, invischiata in un eterno disordine, sospesa e tesa tra i poli infuocati.  La mia anima mi parla con voce argentina: si dovrà scardinare la porta per aprire un varco […]

16.04.2017

Eurinome e Ofione

“All’ inizio Eurinome, Dea di Tutte le Cose, emerse nuda dal Caos e non trovò nulla di solido per posarvi i piedi: divise allora il mare dal cielo e intrecciò sola una danza sulle onde. Sempre danzando si diresse verso sud e il vento che turbinava alle sue spalle le parve qualcosa di nuovo e […]

11.04.2017

Colui che ricerca fra le sue diverse personalità la più vera

“Colui che ricerca fra le sue diverse personalità la più vera, la più forte, la più profonda, deve ad ogni costo scorrere con ogni cura la lista e cavarne fuori quella su cui si sente di poter rischiare la propria sicurezza. Tutte le altre personalità divengono in tal momento non reali; solo la sorte di […]

26.03.2017

L’Uno respirava, senza respiro

“Inno della Creazione” (Rig Veda X.129) In quel momento non vi era né l’esistente, né il non-esistente. Non vi era aria, né il cielo che è al di là. Che cosa conteneva? Dove? Chi proteggeva? C’era l’acqua, insondabile, profonda?In quel momento non vi era né la morte né l’immortalità. Non vi era segno della notte, […]

17.03.2017

Un’infinita rete di fili

“Un’infinita rete di fili pervade tutto l’universo. I fili orizzontali sono nello spazio. I fili verticali sono nel tempo. A ogni loro incrocio, c’è un individuo. Ed ogni individuo è una perla di cristallo: Il grande fulgore di un Essere Assoluto illumina e penetra ciascuna perla. E ciascuna perla riflette non solo la luce di […]

11.03.2017

Una soave carezza

” Io vidi una gran montagna di color ferrigno, sulla quale sedeva qualcuno così risplendente che la sua luce mi abbagliava la vista, e da’ i suoi fianchi partiva un’ombra leggera, quasi un’ala di maravigliosa ampiezza. Ai piedi della montagna e dinanzi a colui che vi stava sopra, era una figura tutta piena di occhi […]

07.03.2017

Somma della perfezione

Oblio di tutto il creato, memoria del Creatore, attenzione interiore e starsene amando l’Amato. Juan de la Cruz (1542-1591)  

07.03.2017

Coincidenze significative

“…vi è una coscienza per il resto invisibile che riunisce e organizza tutta la materia, l’energia e le azioni esistenti; mossa dalla compassione, questa coscienza comunica con ciascun individuo mediante eventi personalmente simbolici.  Date queste premesse, possiamo vedere che le coincidenze in apparenza acausali in realtà trovano una loro spiegazione in tale supercoscienza, la quale […]

03.03.2017

Eventi acausali

“Benchè persone meno coinvolte e più “razionali” possano ritenere che una tale fede cieca negli eventi acausali conduca immediatamente al caos, io ho riscontrato che chi aveva modificato il corso della propria esistenza per seguire queste istruzioni mistiche possedeva un’idea straordinariamente chiara del proprio scopo nella vita. In vari casi le persone descrivevano momenti del […]

09.02.2017

C’è un flusso naturale

“Ogni volta che forzate qualcosa in questa realtà tridimensionale c’è sempre -qui o da qualche altra parte -una forza opposta che entra in gioco. L’energia funziona così, tende sempre a bilanciarsi, sempre. L’energia cerca sempre la risoluzione, quindi se a un certo livello c’è una forza, a un altro livello ci sarà sempre una forza […]

29.01.2017

La Presenza

“La Presenza non dimora in un luogo in cui regna la tristezza, ma in un luogo in cui fluisce la Gioia! Se in un luogo non vi è Gioia, la presenza non può risiedervi. ” tratto da: “Zohar I, 180b