“I dodici segni zodiacali rappresentano simbolicamente dei modelli di energia: gli elementi Fuoco, Terra, Aria, Acqua a cui ognuno appartiene indicano modalità di espressione dell'essenza umana. I segni zodiacali sono una rappresentazione del tempo solare, delle stagioni e dei cicli della natura. Zodiaco deriva da zoo-diacos che significa ruota della vita. Ogni mese coincide così con un segno zodiacale al quale sono stati attribuiti significati psicologici in armonia con il ciclo naturale che si svolge in quel periodo. Le stagioni hanno una fase iniziale, una di espansione e una conclusiva. I segni zodiacali cardinali sono: Ariete, Cancro, Bilancia, Capricorno. Essi corrispondono all’inizio delle quattro stagioni: Ariete e Bilancia iniziano con i due equinozi di primavera e d’autunno, rispettivamente il 21 marzo e il 23 settembre; Cancro e Capricorno con i due solstizi d’estate e d’inverno, rispettivamente il 22 giugno e il 22 dicembre. Le persone con un’enfasi nei segni zodiacali cardinali sono, in un certo senso, “i pionieri” dello zodiaco poiché aprono nuove strade, iniziano, intraprendono, ma spesso mancano di costanza. I segni zodiacali fissi sono: Toro, Leone, Scorpione, Acquario. Essi corrispondono al periodo culminante delle stagioni. Nel Toro (21 aprile-20 maggio) è in pieno svolgimento la primavera, nel Leone (23 luglio-23 agosto) l’estate, nello Scorpione (23 ottobre -22 novembre) l’autunno, nell’Acquario (21 gennaio-19 febbraio) l’inverno. Le persone con un’enfasi nei segni zodiacali fissi tendono a preservare uno “status quo”, perseguono i propri obiettivi con tenacia e temono i cambiamenti. I segni zodiacali mobili sono: i Gemelli, Vergine, Sagittario, Pesci che corrisponde alla fine delle stagioni: Gemelli (21 maggio-21 giugno) alla fine della primavera, Vergine ( 24 agosto-22 settembre) alla fine dell’estate, Sagittario (23 novembre-21 dicembre) alla fine dell’autunno, Pesci (20 febbraio- 20 marzo) alla fine dell’inverno. Le persone con enfasi nei segni zodiacali mobili sono molto versatili e si adattano facilmente a nuove situazioni, il rischio è che tra un cambiamento e l’altro costruiscano ben poco. I modelli di energia che i dodici segni zodiacali rappresentano, vivono in ognuno di noi. Tutti e dodici i segni zodiacali sono presenti nel nostro tema natale, in alcuni individui saranno predominanti alcuni segni zodiacali a discapito di altri, ma indiscutibilmente tutti noi, prima o poi, in una dimensione di esperienza piuttosto che un’altra, agiremo sotto l’impulso di queste energie. “

Lo Zodiaco

Leggi
Il 21 dicembre il sole entra nella costellazione del Capricorno e segna il solstizio d’inverno. Cadeva in questi giorni il Natalis Solis Invicti degli adoratori di Mitra prima dell’avvento di Cristo. L’immagine mitologica è quella di una capra-unicorno simbolo della spinta ascensionale. La parte terminale del corpo racchiusa in una coda di pesce, evoca l’acqua e il senso profondo della trasformazione che passa dall’interiorità. Segno di terra governato da Saturno, si arrampica in salita tenacemente portando a termine una reale nascita spirituale iniziata con l’Ariete e giunta qui dopo nove mesi a compimento. Capro espiatorio, simbolo di un dio che nasce nel cuore dell’inverno e sarà sacrificato per il bene del mondo. Proficuo ora il tempo di coltivare le energie di introspezione e perseveranza nello scopo che la nostra anima ha scelto. Il rigore e la tenacia in questa ascesa ci porteranno all’intuizione del divino, per arrivare a giungere alla sua presenza.

Capricorno

Leggi

Leggi tutti gli articoli

Blog di Novarmonia

Novarmonia nasce da una riflessione quotidiana sulla vita. Brani scelti, film, musiche si susseguono dando vita a un discorso profondo sul senso delle cose.

foto di Sara Guenzi

CIO’ CHE E’ MIO A ME

tratto da vangelo di Tomaso

Gesù disse:

“L’uomo vecchio di giorni non esiti a interrogare il fanciullo di sette giorni sul luogo della Vita ed egli vivrà. Poiché molti che sono i primi saranno gli ultimi e diventeranno uno solo”

Tratto da: Vangelo di Tomaso, loghion n° 4.

“Havun Havun” – Mario Brunello

All’inizio dell’anno nuovo

“Tante volte all’inizio dell’anno nuovo diciamo: “Questo è un nuovo inizio, una nuova partenza”. C’è solo una risposta a questo: e così è. Adesso è il momento di avere il coraggio di cambiare. I vostri modi passati sono stati un facile sentiero per un  tempo abbastanza lungo. Vi hanno servito bene. Ringraziate il passato e andate oltre. Adesso è il momento. Celebrate il vostro nuovo voi. Inspirate profondamente la luce del Nuovo Anno. Espirate il blocco che vi ha trattenuti nella vostra zona di confort. Date il benvenuto a questo tempo di cambiamento. Abbracciate il cambiamento. Molte volte lungo il nostro sentiero cerchiamo aiuto attraverso l’astrologia, la numerologia, le sedute con persone che hanno il dono dello Spirito, o chiedendo semplicemente il parere degli amici. Tutto l’aiuto esterno è meraviglioso, ma si tratta solo di strumenti per aiutarvi a trovare la vostra direzione. Ascoltate il vostro cuore. Vedete le sincronicità nella vostra vita. E’ molto importante fidarsi . Fidatevi di voi stessi. Voi siete i maestri delle vostre creazioni.  Abbracciate questo eccitante periodo che si sta manifestando intorno a voi.”

tratto da:”Segnali di Luce”, Steve Rother, ed. Stazione Celeste, 2006 edizione originale, 2010 edizione italiana

Stabilità del contatto

” Ci sono molte entità che, nel loro sviluppo di coscienza, hanno raggiunto il punto in cui sono state in grado di stabilire un contatto stabile con l’UNO Creatore e canalizzare una qualche forma di energia intelligente, come risultato della stabilità del contatto. Questi sono coloro che avere chiamato Esseri Cristici. Hanno raggiunto un livello di sviluppo che permette loro di condividere, come il Creatore condivide, da Creatore a Creatore. Ci sono quelli che hanno scelto di essere più vivibili, potremmo dire, e di offrire sé stessi a una parte più ampia della popolazione del vostro pianeta. Ci sono quelli che hanno scelto di rimanere nascosti , e che cercano di lavorare sullo sviluppo del pianeta e sullo sviluppo della popolazione di questo pianeta, come un insieme, offrendo le vibrazioni d’amore e di guarigione con ciò che voi potreste chiamare lo strumento magico della visualizzazione e dell’invio dell’amore” .

Tratto da: “Il manuale dell’Errante”volume II, Carla L.Rueckert. Stazione Celeste, edizione originale 2001

Massive Attack – Unfinished Sympathy

Avere un pò di oro

” Desidero davvero tentare di tutto per suscitare chiarezza proprio su quel che ora intendo dire. Certo gli alchimisti medievali dicevano, e ora non posso spiegare che cosa in effetti intendessero, che si poteva trasformare in oro ogni metallo, e in grande quantità, come si voleva, occorreva però anzitutto avere senz’altro una piccolissima quantità di oro. Se non la si aveva, non si poteva creare l’oro. Avendone anche pochissimo , si poteva creare oro a volontà.”

tratto da: “Le basi occulte della Bhagavad-Gita”, Rudolf Steiner, ed. Antroposofica Milano

HOCURA – Idea & Design aspects

Natalis Solis Invicti

  • Il 21 dicembre il sole entra nella costellazione del Capricorno e segna il solstizio d’inverno. Cadeva in questi giorni il Natalis Solis Invicti degli adoratori di Mitra prima dell’avvento di Cristo. L’immagine mitologica è quella di una capra-unicorno simbolo della spinta ascensionale. La parte terminale del corpo racchiusa in una coda di pesce, evoca l’acqua e il senso profondo della trasformazione che passa dall’interiorità. Segno di terra governato da Saturno, si arrampica in salita tenacemente portando a termine una reale nascita spirituale iniziata con l’Ariete e giunta qui dopo nove mesi a compimento. Capro espiatorio, simbolo di un dio che nasce nel cuore dell’inverno e sarà sacrificato per il bene del mondo. Proficuo ora il tempo di coltivare le energie di introspezione e perseveranza nello scopo che la nostra anima ha scelto. Il rigore e la tenacia in questa ascesa ci porteranno all’intuizione del divino, per arrivare a giungere alla sua presenza.

La renna perplessa

la renna perplessa

foto di Stefano Pivetta

Inverno

Io ammiro tanta forza

oleandro

Ólafur Arnalds – Particles ft. Nanna Bryndís Hilmarsdóttir

HOCURA – Kickstarter

HOCURA animazione fantastica

L’Occhio

l'occhio

Il sacco dell’Occhio. collezione Barbara Bongiana, via Roma Castelfranco. tel. 3393341230

Una bella metafora del genere umano, della forza dell’amore e della potenza del dolore